Mettersi a dieta a Napoli

Diete, primo atlante: più efficaci quelle con pochi carboidrati
ROMA La scienza promuove le diete più popolari e commerciali. Quella che fa dimagrire di più, a distanza di 6 mesi, è la “low-carb” (con pochi carboidrati) che fa perdere 8,7 kg mentre le altre cancellano 7 kg.
Nel giro di un anno, comunque, tutte danno buoni risultati eliminando fino a 12 chili. Il segreto è non gettare la spugna, passando anche da una dieta all’altra. Lo sostengono i ricercatori della Mc Master university di Hamilton, Ontario, in una ricerca pubblicata sul Journal of the American medical association (Jama).
L’analisi ha messo a confronto i risultati di circa 50 studi condotti su 7.300 persone di 46 anni in sovrappeso o obese. Le diete analizzate vanno dalla Atkins (pochi carboidrati, ideata dal emdico Robert Atkins) alla newyorkese Weight Watchers (o dieta punti, include anche un metodo motivazionale ed educativo di supporto), dalla Zona (di controllo dell’insulina, ideata dal biochimico americano Barry Sears) alla Craig (ideata dalla guru australiana Jenny Craig). Infine dieta Slimming worl (toglie i grassi, alcuni cibi si mangiano a volontà) e la Rosemary Conley (combinazione di fitness e dieta con pochi grassi e basso indice glicemico).
Fra tutte, la dieta con pochi carboidrati ha fatto perdere in emdia 8 chili e 700 grammi in sei emsi, seguita da quella con pochi grassi con la quale sono stati buttati giù 7 chili e 900 grammi. Le altre hanno fatto perdere in emdia 7 chili in sei mesi. Dopo un anno i chili persi sono stati, in media, dai 9 ai 12.
Fonte: ilmattino.it